Petizione

La censura silenziosa

Abbiamo lanciato una petizione su change.org che evidenzia come le attuali politiche sui contenuti per adulti siano incoerenti, dannose e di parte contro le donne e le altre comunità emarginate. Se sei pronta a sfidare le piattaforme dei social media e le loro politiche discriminatorie, firma la nostra petizione.

hanno firmato.
Arriviamo a
PERCHÉ QUESTA PETIZIONE

Il piacere femminile è stato stigmatizzato da Internet per troppo tempo

Siamo nel 2020. Il piacere di sé e l'educazione sessuale non dovrebbero più essere tabù. Eppure, le politiche delle grandi corporazioni continuano a stigmatizzarlo e ad allontanarlo come se fosse qualcosa di sporco, indesiderato e che non dovremmo vedere. Il sesso è ovunque nella pubblicità. Siamo quasi ciechi ad esso. Tuttavia, quando si cerca di vendere/parlare del vero piacere sessuale femminile e LGBTQI, improvvisamente si supera una linea.

Unitevi a noi in questa crociata per chiedere a queste grandi aziende il perché, e chiedete loro di riconsiderare le loro politiche.

hanno firmato.
LA CENSURA SILENZIOSA

IL SESSO VENDE, MA SOLO QUANDO È PENSATO PER GLI UOMINI

I contenuti del settore discriminatori nei confronti del genere devono cessare.
Approvato
Questa immagine di Sisley di una ragazza vestita di rosso che provoca un toro è stata pubblicata su cartelloni pubblicitari e riviste
Disapprovato
La pubblicità di Billie che inneggia alla scelta personale di mostrare i peli del corpo è stata segnalata da Facebook come "inappropriata".
Approvato
Chi non ricorda questa esplicita pubblicità di American Apparel di un uomo che apre le gambe di una donna?
Disapprovato
Questa pubblicità Tampax è stata etichettata come 'imbarazzante' nel Regno Unito per la frase 'non solo la punta, fino alla presa'.
Approvato
Gucci si è sentito molto creativo quando ha scattato questa foto di un uomo che appoggia il piede (calpesta?) sul pube di questa donna...
Disapprovato
L'immagine del periodo di Rupi Kaur è stata censurata da Instagram affermando che "va contro le linee guida della comunità
Approvato
Una donna che si gode "veramente" un hamburger di Carl's Junior, sdraiata con naturalezza su un divano
Disapprovato
Un marchio chiamato Pulse che vende lubrificanti per le donne in menopausa ha visto la maggior parte dei suoi annunci bloccati da Facebook
Approvato
Un'altra allegoria sessuale con gli hamburger di BK.
Disapprovato
Il massaggiatore clitorideo Obii non può essere pubblicizzato, poiché il prodotto è considerato un contenuto esplicito per adulti
Approvato
Ava - una startup che vende un braccialetto per tracciare l'ovulazione - è stata in grado di promuovere un articolo esterno su ciò che lo sperma rivela sulla salute degli uomini senza alcun problema.
Disapprovato
Ma quando hanno cercato di promuovere il loro articolo su come il muco cervicale può aiutare le donne a saperne di più sulla loro salute e fertilità, non è stato approvato da Facebook.

Restrizioni di contenuto

  • Contenuti di educazione sessuale
  • Contenuto sessuale a carattere femminile
  • Prodotti per adulti
  • Prodotti per il benessere sessuale
Contenuto organico
Annunci
Permesso, ma con la possibilità di essere banditi
Non consentito

Le politiche di Facebook proibiscono la promozione di prodotti per adulti a meno che non "promuovano la pianificazione familiare e la contraccezione"; una dichiarazione vaga che è aperta all'interpretazione da parte di chi applica le politiche, spesso con il risultato che i contenuti di benessere sessuale maschile vengono promossi mentre quelli femminili vengono bloccati.

Secondo le linee guida di Facebook, nessuna nudità totale o parziale è consentita (compresi i capezzoli e le natiche nude), ad eccezione dei contenuti sull'allattamento al seno o sugli esami del seno. Non sarà permesso mostrare sex toys, o qualsiasi attività sessuale anche se tutte le persone coinvolte sono vestite. Anche i contenuti fetish non saranno accettati. Per quanto riguarda il contenuto sessualmente allusivo in senso lato, è permesso solo se è in qualche modo tendente al contenuto satirico, umoristico, educativo o scientifico. Un permesso maggiore può essere concesso se uno qualsiasi di questi è ritratto in un contesto di salute, è così che alcuni marchi riescono a mostrare annunci per prodotti che altrimenti sarebbero vietati secondo le linee guida generali.

Dovresti anche essere consapevole del fatto che Facebook può applicare le proprie regole in modo non uniforme, e che alcuni contenuti che sono stati precedentemente approvati possono portare al tuo account ad essere bannato dopo un po'.

Link alle linee guida di Facebook sui contenuti sessuali:

https://www.facebook.com/communitystandards/adult_nudity_sexual_activity/

Consentito ma nascosto nel pulsante di ricerca
Non consentito

Instagram non mostrerà contenuti "sessualmente suggestivi" nelle ricerche di hashtag o nelle pagine Esplora, poiché si riferiscono a questi contenuti come "borderline" senza mai spiegare nel loro regolamento cosa significhi veramente "borderline". Instagram indagherà su un account solo a seguito di un reclamo e prenderà provvedimenti senza alcun processo di appello. Qualsiasi foto o video artistico, se contenente capezzoli per esempio, non sarà permesso, quindi il modo migliore sarebbe quello di offuscare il contenuto "borderline". Foto di cicatrici post-mastectomia e donne che allattano attivamente sono permesse, così come la nudità in foto di dipinti e sculture.

Dovresti anche essere consapevole che Instagram può applicare le proprie regole in modo non uniforme, e che alcuni contenuti che sono stati precedentemente approvati possono portare al tuo account di essere bannato dopo un po'.

Link alle linee guida di Instagram sui contenuti sessuali:

https://help.instagram.com/477434105621119?sTZh6%2Fref=nofollow%2F&Author=Brian%20Whalley

Permesso ma demonetizzato
Non consentito

La monetizzazione di YouTube e le pubblicità sono fondamentali per tutti i creatori. Incentivano i creatori a dedicare tempo prezioso alle loro giornate per creare contenuti coinvolgenti ed educativi per i loro spettatori. Considerando la mancanza di educazione sessuale nelle scuole, YouTube è considerata una piattaforma dove i creatori di contenuti possono educare i loro spettatori su argomenti importanti come la consapevolezza della salute sessuale, il benessere sessuale, il consenso, il genere e la sessualità, ecc.

Tuttavia, questi creatori probabilmente incontreranno la completa demonetizzazione del loro canale. Inoltre, i vlogger di educazione sessuale hanno anche segnalato lo "shadow-banning", un processo in cui YouTube limita la visibilità di alcuni video e contenuti sulla piattaforma, deviando gli spettatori da canali specifici.

Link alle linee guida di Youtube sulla nudità:

https://support.google.com/youtube/answer/2802002?hl=en

  • Farmaci per la disfunzione erettale
  • Prodotti non per adulti con riferimenti sessuali
Contenuto organico
Annunci
Consentito
Consentito

Facebook concede il permesso di pubblicare qualsiasi contenuto relativo alla disfunzione erettile, come le pubblicità del Viagra, senza alcuna restrizione. Se il tuo marchio non è legato a prodotti per adulti, potresti scoprire che le immagini sessualmente suggestive (più o meno entro i confini delle linee guida di Facebook) saranno ancora autorizzate, anche quando il contenuto può essere giudicato al limite.

Consentito
Consentito

Le aziende che cercano di commercializzare prodotti di benessere sessuale femminile attraverso Facebook e Instagram hanno spesso i loro post e le loro pagine vietate. Nel frattempo, le pubblicità maschio-centriche che sono molto più esplicite non affrontano le stesse sfide.

Per esempio, Playboy ha milioni di seguaci, e pubblicano regolarmente contenuti che oggettivizzano corpi femminili in vari stati di svestizione, eppure non soffrono di sottoesposizione.

I farmaci per la disfunzione erettile sono dati libero sfogo sulla piattaforma, permettendo loro di passare come un prodotto medico o sanitario. Ma i lubrificanti per la secchezza vaginale o i farmaci per la menopausa sono bloccati pur essendo sottoposti alle stesse regole.

Consentito
Consentito

Mentre gli educatori sessuali sono destinati ad avere i loro canali completamente demonetizzati, e i prodotti per adulti sono diligentemente banditi da qualsiasi tipo di pubblicità, lo stesso non si può dire per i gruppi d'odio.

Recentemente, gli YouTuber queer si sono resi conto che YouTube stava facendo girare annunci anti-LGBTQI e di terapia di conversione accanto a video realizzati da creatori LGBTQI. Apparentemente, le organizzazioni anti-LGBTQI (come Alliance Defending Freedom) potevano creare pubblicità per colpire gli utenti queer in base ai loro modelli di utilizzo. Ciò significava essenzialmente che i sostenitori di pratiche dannose e discriminatorie come la terapia di conversione potevano prendere di mira specificamente gli individui queer più vulnerabili che cercavano di trovare risposte nei video creati da YouTubers LGBTQI.

Nella sua forma attuale, i video di YouTube che promuovono il sesso sicuro e la consapevolezza sessuale sono suscettibili di essere demonetizzati e contemporaneamente presi di mira da gruppi di odio.

ACCESSO PER TUTTI A INFORMAZIONI SULLA SALUTE SESSUALE

La soluzione

Cambiare grazie all'istruzione

Aiutiamo le piattaforme di social media a cambiare le loro politiche, educare i loro responsabili e promuovere una cultura più equa sulla sessualità.
Responsabili delle politiche - vi chiediamo di collaborare con noi per:
Aggiornare le vostre politiche per liberarle dallo sguardo maschile. Questo comprende la corretta istruzione di coloro che sono incaricati di far rispettare le regole.
Permettere che i prodotti per il benessere sessuale femminile/LGBTQI siano inclusi nella vostra definizione di pianificazione familiare e contraccezione e consentire una pubblicità mirata alle persone giuste.
Utilizzare le nostre risorse educative per aiutarvi a informare le vostre decisioni.
I NOSTRI CONSULENTI

Ascoltare gli esperti

"Le piattaforme pubblicitarie si stanno dando la zappa sui piedi con divieti sextech basati sul genere. La capacità dei marchi di salute e benessere sessuale fondati da donne di fare pubblicità e quindi di scalare, sblocca la capacità di raccogliere finanziamenti seri da venture capitalist e investitori in cerca di unicorni, che a sua volta garantisce entrate serie per quelle piattaforme. C'è un'enorme quantità di soldi da fare nel prendere le donne sul serio - specialmente quando si tratta di sesso.

Ogni investitore e venture capitalist dovrebbe aderire e sostenere questa campagna. Le piattaforme per la soluzione delle disfunzioni erettili Roman e Hims sono state lanciate nel 2017. Ciascuna ha costantemente raccolto enormi quantità di denaro da venture capitalist maschi (Roman 376 milioni di dollari, Hims 297 milioni di dollari) portando entrambi a valutazioni da aziende unicorno (Roman 1,5 miliardi di dollari, Hims 1 miliardo di dollari) in soli tre anni - perché sono stati in grado di spendere enormi quantità di denaro in pubblicità per crescere".

Cindy Gallop, esperta di pubblicità, e fondatrice e CEO di Make Love, Not Porn

"Il piacere sessuale è vitale sia per la nostra salute sessuale che per la nostra salute generale. L'uso di sex toy non è solo comune, ma le persone che usano i vibratori hanno più probabilità di consultare un medico e avere una migliore vita sessuale*. Il piacere sessuale non è né ingiustificato né inutile. La mancanza di pubblicità nell'ambito della salute e del benessere sessuale impedisce alle persone (indipendentemente dal sesso, dall'orientamento sessuale, dalla disabilità o dalla situazione sentimentale) di ottenere le informazioni e i servizi di cui hanno bisogno, oltre a creare una cultura della vergogna intorno al sesso. La vergogna non è mai stata un bene per la nostra vita emotiva o intima. Possiamo (e dovremmo) fare di meglio".

*Herbenick D, Reece M, Sanders S, Dodge B, Ghassemi A, e Fortenberry JD. Prevalenza e caratteristiche dell'uso del vibratore da parte delle donne negli Stati Uniti: Risultati di uno studio rappresentativo a livello nazionale. J Sex Med 2009;6:1857-1866.

Dott.ssa Logan Levkoff, Educatrice sessuale certificata AASECT ed Educatrice Sessuale Supervisore.

Una generazione fa, alcune donne intelligenti hanno trovato il modo di ottenere delle vittorie per la salute sessuale delle donne per cui si erano a lungo battute. La contraccezione su prescrizione non è stata in gran parte coperta dall'assicurazione per circa 40 anni - fino a quando il Viagra fu introdotto nel 1998 e quasi subito coperto. Gruppi di donne hanno allora dimostrato che era discriminatorio coprire il Viagra ma non la contraccezione con prescrizione.

Oggi, vecchi brevetti sulla disfunzione erettile stanno scadendo, consentendo una nuova ondata di innovazione e di start-up E.D.. Sono state accompagnate da pubblicità di massa, non le pubblicità ammiccanti di decenni fa, ma annunci più espliciti che mai. E quindi è giunto il momento di sottolineare ancora una volta i doppi standard e di esigere miglioramenti nella vita delle donne. A me, per esempio, va bene camminare in metropolitana e vedere peni giganti raffigurati come cactus in pubblicità di disfunzioni erettili, vorrei semplicemente vedere delle papaya accanto a loro.

Jackie Rotman, Fondatrice e CEO del Center for Intimacy Justice


persone hanno firmato.

Arriviamo a
Come apparso su
Sentile ruggire
Ascolta le persone colpite da queste politiche ingiuste.
METTI ALLA PROVA LE TUE CAPACITÀ
Il super quiz sulla pubblicità di sex toy
Sondaggio: i sex toy sono ancora un tabù?
Presenta un caso ingiusto

Siete stati colpiti da un ingiusto divieto di contenuti sui Social Media, o avete visto una pubblicità, un articolo o un marchio a cui è stato permesso di pubblicizzare il loro prodotto in modo sessista? Fatecelo sapere qui e ci assicureremo di pubblicarlo.

Thanks for contacting us. We'll get back to you as soon as possible.